Al Ruah i piatti della tradizione natalizia diventano fusion per la “Christmas fusion Dinner”

Mercoledì 15 dicembre le cucine del Ruah, locale ubicato a San Vitaliano (in via Nazionale delle Puglie, 145), saranno un po’ più affollate del solito: lo chef patron Gennaro Langellotti ospiterà lo chef Marco Malaspina e il pastry chef Tommaso Foglia per una indimenticabile “Christmas Fusion Dinner“.

Il Ruah vuol essere un luogo d’incontro e fusione (perciò “fusion”) tra persone (clienti e dipendenti), ognuna con la sua storia, la sua esperienza, la sua cultura, i suoi gusti… Un incontro che avviene attraverso il pretesto del “pasto” (pranzo, cena, aperitivo, spuntino, etc.), che a sua volta diventa un mezzo per valorizzare la cultura del cibo, che non è solo nutrimento per il corpo, ma anche per lo spirito…. Il cibo non è solo nutrimento che entra in noi: noi ci nutriamo con tutti e cinque i sensi (ciò che vediamo, ciò che sentiamo, etc.) e con il pensiero. Tutto ciò che l’uomo ode, vede, tocca, l’ambiente che percepisce e l’aria che respira (“ruah” per l’appunto): tutto questo è legato al cibo… Anche i pensieri dipendono dalle abitudini alimentari. La qualità e la quantità del cibo che ingeriamo, e il modo in cui esso viene preparato, servito e raccontato, determinano i nostri pensieri e i nostri sentimenti. Il cibo è forza vitale: come il “ruah” di Dio – che genera, crea ed unisce – il cibo ri-genera, ri-crea, ri-unisce!

Nasce per questo il ciclo di “Fusion Dinner” che partirà domani: protagonisti i piatti che fondono le ricette della tradizione natalizia e la creatività degli chef Gennaro Langellotti, Marco Malaspina (di “Locanda Bruniana”) e Tommaso Figlia (executive pastry chef del San Barbato Resort Spa & Golf, 1 stella Michelin). Il menù è stato realizzato in collaborazione con le aziende: Distilleria Amato, divise e gadget “Luigi Scialò”, azienda agricola “La grande mela”, azienda vinicola “I due principati”.

Menù

Entrè: Bao Ruah (con maionese alla soia, cipolla caramellata, cetriolini, pancia cotta a bassa temperatura e ripassata e salsa hoisin)

Tacos con whasabi di broccoli e tartare di tonno con iceberg alla soia, sale Maldon e olio al carbone

Lollypop di gamberi allo yuzy

(a cura dello chef Gennaro Langellotti)

Start: bun con stracotto di costine di maiale, mela verde e maionese cinese (a cura dello chef Marco Malaspina)

1 course: tortellino ripieno di gambero in brodo asiatico con branzino e lemongrass (a cura dello chef Marco Malaspina)

2 course: roll di pescatrice, bietola, pomodorino alla vaniglia, gel di soia e lime (a cura dello chef Marco Malaspina)

 Piccola pasticceria: a cura di Gennaro e Alessia De Nicola

Dessert: panettone arrosto con salsa alla vaniglia e zenzero (a cura di Tommaso Foglia e Gennaro Langellotti)