Azienda Agricola Baglio Aimone

Alla ricerca sempre di nuovo sapori, colori e profumi mi sono imbattuta in una degustazione d’eccezione, firmata Baglio Aimone. L’azienda nasce nel cuore della Sicilia sud-occidentale, nel territorio di Mazzara del Vallo ( TP), all’interno della Riserva Naturale Integrale Lago Preola e Gorghi Tondi, tutelata già dal 1981 e gestita dal WWF. In questa cornice, sulla dorsale di un incantevole colle, da cui si gode di una vista imperdibile sul vigneto e sulla macchia mediterranea circostante, si trova il Baglio, risalente al XVIII secolo, che Baldassare Paladino, la vera anima della cantina, fondata nel 2012, ha restaurato nel 2016, tramutando un’intuizione in una realtà d’eccellenza. L’obbiettivo è stato  recuperare l’antica tradizione familiare di vignaioli e valorizzare il patrimonio architettonico dell’amata Sicilia: così è nato “Baglio Aimone”, dove ha inizio  questa prestigiosa produzione di vini autoctoni e naturali, sotto la stretta egemonia  del WWF, che incentiva l’agricoltura biologica.

I vini sono il risultato di un’accuratissima selezione monocru di solo uve autoctone siciliane. Grillo, Zibibbo, Grecanico, Catarratto, Nerello Mascalese in purezza, fermentati ed affinati in vasche d’acciaio termo controllate, per preservare l’autenticità varietale. La vendemmia viene effettuata rigorosamente a mano in cassetta, dopo un’accurata selezione di ogni singolo grappolo ed esclusivamente all’alba, per ottenere un’uva di grandissima qualità e preservare la salute delle piante. Il nome Aimone e quello dei vini; Iratus, Mandricardo, Doralice, Ferraù e Argalia, traggono origine dai personaggi dei racconti cavallereschi, trasposti poi nella tradizione sicilana dell’Opera dei Pupi. Il primo poema epico fu proprio “i quattro figli di Aimone”, del XIII sec., da cui nacquero i paladini e le loro gesta, narrate da Boiardo ed Ariosto nell’ “Orlando innamorato” e nell’”Orlando furioso”.

La Cantina è da tempo nelle guide “Vini di Veronelli”,”Bibenda” e “Vini Buoni d’Italia”. Nel 2019 premiati al Concours Mondial De Bruxelles, medaglia d’argento all’”Argalia” Grillo Bianco DOC 2018. 

Io me ne sono innamorata dateci un occhio, solo per GUSTINI DOC!   www.baglioaimone.it

Olga Izzo
Latest posts by Olga Izzo (see all)
Olga Izzo

Olga Izzo

Giornalista Enogastronomica