Il Frantoio Ducale

Incastonato in una antichissima località collinare, il sontuoso palazzo la cui costruzione risale alla prima metà del 1300, deve la sua forma attuale all’opera di ampliamento eseguita dal Duca De Mauro nella seconda metà del 1600. 
Oggi sede de Il Frantoio Ducale il ristorante dello Chef Pietro Leonetti.
La famiglia Leonetti ha rilevato l’area a nord del palazzo quando esso era in piena rovina, e dopo opportune opere di recupero, eseguite nel rispetto degli antichi ambienti e del frantoio in pietra, da cui prende il nome la location nel 2004 ha inaugurato Il Frantoio Ducale. L’intera struttura ha un’alta rilevanza storica e monumentale, tanto da essere vincolata dal Ministero dei Beni Culturali.
Il ristorante propone una cucina prettamente tradizionale, con preparazioni incentrate sui piatti rurali tipici di Castel Morrone, località di grande significato storico per i casertani.
Nella proposta dello Chef Pietro Leonetti l’esaltazione dei sapori del territorio legati ai prodotti stagionali, come ad esempio il fagiolo “quarantino”, che arricchisce la zuppa invernale a base di farro, castagne e porcini. Ampio spazio inoltre è riservato ai tesori dell’orto, che vengono consegnati quotidianamente dai contadini locali, tra cui spiccano la zucca, i funghi, il tartufo del Matese, i carciofi, i fiori di zucca.
La pasta fatta in casa dalla sfoglia rustica ma leggera è una delle specialità più apprezzate, anche i pani e i grissini i taralli tutto è rigorosamente home Made.
La pasta a mano viene declinata in tagliatelle, lasagne, e in eleganti preparazioni farcite, come le caramelle di pecorino e i tortelli di burrata.
Non manca inoltre la selezione di formaggi e di vini del territorio, che trovano il loro spazio dedicato nella ricca cantina annessa alla struttura.
Il Frantoio Ducale è anche e soprattutto il paradiso degli amanti della carne, indirizzo che proviene dalla lunga storia ristorativa familiare. Le proposte spaziano dai bocconcini di coniglio al finocchietto selvatico agli spiedini di maiale in crosta di pistacchio; dall’agnello Lauticauda del Matese laccato al forno con patate o arrosto in costine, al maialino grigio a lenta cottura. Guest Star, la Scottona Marchigiana proveniente dal beneventano, a sua volta declinata in tagliata, costata e T-Bone.
Pietro Leonetti e la moglie Silvia gestiscono insieme la cucina e curano personalmente la preparazione dei piatti e dei dolci. Tra questi ultimi, oltre al Crumble di Mele Annurche, omaggio al territorio, non mancano mai dessert e dolci tradizionali campani.

In occasione del pranzo del 10 febbraio è intervenuto l’enologo Giovanni Piccirillo, consulente in viticoltura ed enologia, nonché titolare della Cantina Beati Colli, ubicata presso l’Azienda agrituristica Masseria Piccirillo.
Giovanni ha presentato i vini della sua cantina, che sorge nell’areale caiatino, dove risiedono i noti vitigni Pallagrello bianco, rosso e Casavecchia, che ben si sono incastrati con i sapori delle pietanze di chef leonetti.
Dal fiore di zucca in tempura al bocconcino di coniglio al finocchietto, ai tre bocconcini di polpette alla lasagna classica con sfoglia tirata a mano fino al u’tianiello, la scarpetta.
Le uve del pallagrello bianco si sono sapientemente avvinte ai piatti valorizzandoli ancor più!
Dulcis in fundo pastiera di riso e le chiacchiere carnascialesche hanno chiuso il cerchio, di una giornata GUSTINA doc!

di olga Izzo

Il Frantoio Ducale| Castel Morrone

 Via Alberto Altieri – Castel Morrone (CE)

 info@ilfrantoioducale.com www.frantoioducale.com Tel. 0823 399167

L'immagine può contenere: persone sedute, tabella e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: pianta, tabella e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: cielo, albero, abitazione e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: 3 persone, tra cui Olga Izzo, persone che sorridono, persone in piedi
L'immagine può contenere: cibo
L'immagine può contenere: cibo
L'immagine può contenere: cibo
Olga Izzo
Latest posts by Olga Izzo (see all)
Olga Izzo

Olga Izzo

Giornalista Enogastronomica