Cavoli, che bontà!


Cavoli, cavolini, cavoletti, broccoli, rape, cime di rapa e rucola, ecco la famiglia delle crucifere o brassicacee, alleate della nostra salute soprattutto nel combattere i malanni invernali. Non storcete il naso, l’odore non è gradevolissimo, ma leggete fino in fondo, e capirete quanto sono preziose.
Prendono il nome dal loro caratteristico fiore a quattro petali, curiosamente disposti a formare una croce.

Questi ortaggi presentano una grandissima versatilità in cucina, si prestano ad insalate, minestre, passati di verdure e contorni, cotte, crude, grigliate o in pastella, accompagnano la nostra fantasia e colorano ogni piatto, basti pensare al classico cavolfiore e a tutte le sue nuances, verde, bianco, viola, una meraviglia!


Le crucifere arricchiscono le nostre tavole in autunno e in inverno, ma il consumo è raccomandato tutto l’anno per gli innumerevoli benefici nutrizionali. Partiamo dal basso apporto calorico (tra le 10 e le 30 kcalorie per 100gr), utilissime per chi vuole perdere peso, sono ricche di acqua, sali
minerali, fibre disintossicanti, insomma un toccasana per l’intestino.

Ma non finisce qui, contengono ferro, vitamine, acido folico e antiossidanti, che rafforzano il nostro sistema immunitario per combattere i malanni stagionali. Sono le più importanti fonti di calcio nel regno vegetale, risultando quindi ottime alleate per la salute del sistema scheletrico, diventando di fatto valide sostitute per coloro che non consumano formaggi e latte.

Infine contengono isotiocianato, un composto a base di zolfo, responsabile di quel tipico odore che tutti conosciamo. E’ una molecola
preziosissima per la sua elevata attività antitumorale e vasoprotettiva.

E dopo tutte queste chiacchiere, avrete capito perché sono così importanti, che cavolo volete di più?

Latest posts by Novella Incoronato (see all)

Novella Incoronato

Biologa / Nutrizionista Via Matteotti 79, Frattamaggiore Tel. 329 1517808