Il tempio sacro del Panino Gourmet “Gigione”

Sembra un’impresa ma non lo è, o meglio lo è alcune volte, Gigione famosissimo e affollatissimo rimane il tempio sacro del panino “gourmet”, dove innovazione e semplicità la fanno da padrona.Circa due anni fa per caso con un amico mi trovai all’inaugurazione del primo gigione (macelleria take away), parlando con il figlio del proprietario disse “speriamo vada bene, sai è una cosa nuova, chissà se va in porto, la gente non è tanto abituata…” 2 anni dopo gambero rosso gli da il premio “miglior street food 2016″… premetto che i tempi d’attesa sono sempre molto lunghi, ma la qualità ha bisogno di tempo, il mio classico panino o piatto comprende: 2 hamburger di chianina da 180gr, provola, bacon, melanzane a funghetto e qualche patatina per sfizio, ora ciò che secondo me batte gli altri panini è l’individualità e l’armonia. La carne di prima scelta sembra quasi cotta a vapore, nessun odore di fumo, nessun segno di piastra, nessun sapore coperto, questo è dato dal fatto che ogni ingrediente cuoce nel suo apposito posto e non  viene cotto tutto su una sola piastra mischiando cosi sapori e cotture, le verdure super biologiche come anche le salse bio, dal sapore delicato e naturale senza quell’acidita multinazionalistica, la provola filante e saporita e quel bacon orgasmico CROCCANTE!! Del vero bacon! non della pancetta spessa e grassosa rigirata su una piastra!! ad ogni morso si fa sentire l’individualità della cottura la quale fa in modo che si riescano a distinguere tutti i sapori uno ad uno  senza mai farne sovrastare uno rispetto ad un altro, questo rende il panino mai di disturbo e sempre ben equilibrato anche per le scelte più “osate”, anche i panini più impegnativi risultano leggeri anche se nel post-magnatorio c’è sempre un po’ di colpo di sonno proteico ma è naturale dopo 360gr di carne 😉 del pane non ho parlato anche perché quasi non si sente data la sua morbidezza e leggerezza, ho provato i più famosi panini in zona e devo dire che gigione li batte per tutte le cose che sopra ho elencato, gli altri sono eccellenti panini ma lui ha sempre quel qualcosa in più che fa la differenza, è da apprezzare perché ha avuto il coraggio di osare, da solo senza nessun aiuto social o altro, in un periodo in cui la moda del panino gourmet era ancora lontana (rispetto ad altri che si sono lanciati in mare già col vento a favore) e penso che sia l’unico che resisterà alla decimazione del tempo una volta che questa moda andrà scemando…perché si sa che le mode vanno e vengono, la qualità resta. Riguardo gli orari per avvicinarsi consiglio:lun al giov dopo le 22.    Ven e sab statv a cas.    A pranzo tutti i gg sempre veloce fino alle 13,30    Domenica ore 20/20,30  :DPoi se fate come me che invece del cornetto preferite gigio, andate a mezzanotte e ve pass a paur… ovviamente vale per quelli che non hanno bisogno del gaviscon dopo una certa ora ;)… ciao e alla prossima… ah in foto quel panino un po’ “scostumato” lo consiglio solo a pranzo o dopo palestra quando vi importa solo sfamarvi, bisogna sempre distinguere il sesso dall’ amore… di Fabio D’Onofrio Gallery: